Il Mago – J. Fowles

il

Through the Looking-Glass

“Se Il Mago ha un significato, non è nulla di più del test di Rorschach in psicologia. Il suo significato è la relazione, qualsiasi essa sia, che provoca nel lettore […]” scriveva Fowles nel 1977 nella prefazione del suo libro. In effetti, descrivere questo titolo ed offrirne una chiave di lettura univoca è forse uno degli esercizi più complessi che ho Schermata 2013-08-29 a 00.13.48tentato di affrontare da quando ho aperto questo blog, probabilmente fallendo. Non mi è infatti possibile raccontare Il Mago senza prenderne in considerazione le aspettative che provavo prima di leggerlo, una sorta di delusione nel non trovare quello che cercavo, rivalutarlo alla luce del significato molto più adulto che sprigiona dalle vicende dei suoi protagonisti e che rendono il racconto adolescenziale forse nei sentimenti, ma non nel significato. In fondo lo stesso Fowles lo ha definito un “romanzo di adolescenza scritto da un adolescente tardivo”.

Il paragone con il…

View original post 1.265 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...