Pasta frolla / Shortbread

pasta-frolla-proteica-senza-burro

Per rintracciarne le origini bisogna recarsi a Venezia, dove una pasta simile alla frolla era già conosciuta dopo l’anno mille, quando si cominciò ad utilizzare la canna da zucchero importata dall’Egitto e dalla Siria.
Alla fine del ‘600 la preparazione della frolla si perfezionò, guadagnandosi la trascrizione nei primi manuali di cucina del ‘700, dove trovava impiego per i pasticci di carne e i timballi accompagnati dalle verdure.
Successivamente i pasticceri tolsero la parte salata e crearono le prime versioni della notissima crostata alla frutta.

Dosi per 1 kg di Pasta frolla

Ingredienti:

  • 500 g di farina bianca 00
  • 110 g di zucchero
  • 250 g di burro freddo
  • scorza grattugiata di un limone non trattato
  • 4 tuorli

Procedimento:

Tritate in un mixer il burro tagliato a cubetti e la farina setacciata.

IMG_3857

Versate il composto su un piano e aggiungete sopra lo zucchero e la scorza di limone. Formate una fontana, con un buco al centro dove metterete i tuorli.

IMG_3858

Ora bisogna impastare il tutto per rendere la frolla omogenea. Fatto ciò non continuate ad impastare troppo altrimenti inizierà a sbriciolarsi. Non resta che appallotorarla e deporla in frigo per almeno 30 minuti in una ciotola coperta con la pellicola trasparente. Ora è pronta per essere utilizzata 😀

IMG_3867


English Version:

To trace the origins of the shortbread we must go to Venice, where a paste-like pastry was already known after the year one thousand, when it began to be used the cane sugar imported from Egypt and Syria.
At the end of the ‘600 the preparation of the pastry was perfected, earning the transcript in the first cooking manuals of’ 700, and was used for meat pies and timbales, accompanied by vegetables.
Subsequently, the confectioners took part in the evolution of this recipe creating the first versions of the well-known fruit tart.

Servings for 1 kg of Shortbread

Ingredients:

– 500 g of white flour 00
– 110 g of sugar
– 250 g of cold butter
– grated rind of one lemon untreated
– 4 egg yolks
Directions:

Chop in a mixer the butter cut into cubes and flour.

Pour the mixture on a floured plain and add the sugar and the lemon zest. Form a fountain, with a hole in the center where you will put the yolks.

Now you have to knead the pastry to make it homogeneous. Do not knead it too much otherwise begin to crumble. All that remains is to form a ball and lay it down in the fridge for at least 30 minutes in a bowl covered with plastic wrap. Now it is ready to be used 😀


Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Prima o poi riproveró a fare la pasta frolla… una volta mi è venuta voglia di fare una bella crostata ma ho avuto così tanti problemi con la frolla che l’ho rifatta per 3 volte e altrettante volte buttata 😤 penso di essere l’unica sfigata al mondo!

    Liked by 1 persona

    1. Emma ha detto:

      Alessia ti capisco benissimo!! E successo anche a me 😢 Piano piano penso di impratichirmi 😉

      Liked by 1 persona

  2. sidilbradipo1 ha detto:

    Il bradipo si è fermato a… crema pasticcera da impastare 😀
    Per la frolla: viva il fornaio! Che la fa fresca su ordinazione. In alternativa, viva quella confezionata!
    Vabbè, okkei, è un blog di cucina 😎
    Bacio
    Sid

    Liked by 1 persona

  3. Emma ha detto:

    Ahaha Sid alcune frolle del fornaio non hanno nulla da invidiare a quelle fatte a casa 😉 su quelle preconfezionate non mi esprimo 😁 ahaha no scherzo dai, buone anche loro 😋

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...